New York Habitat
New York Habitat
 +1 (212) 255-8018
Home > Blog > New York

New York

Foto di un complesso d'appartamenti a schiera nelle strade del Lower East Side Complesso d'appartamenti a schiera sulle strade del Lower East Side

Al nome di Manhattan chiunque associa i centri commerciali, i palazzi altissimi del centro città e il Financial District. Quello che in molti non sanno è che, in realtà, la vera ricchezza che ha reso la città così famosa in tutto il mondo risiede nei più piccoli quartieri di New York. Un esempio calzante di tutto questo? Il Lower East Side di Manhattan, una delle destinazioni d’obbligo per chiunque cerchi un’autentica esperienza newyorkese!

Benvenuti della Lower East Side di Manhattan

Il Lower East Side è stato per lungo tempo il quartiere della classe operaia, casa di stranieri in cerca di fortuna in America. Non vi stupirà allora sapere che questo quartiere ha accolto una varietà culturale composta da ebrei, italiani, irlandesi, polacchi e ucraini, fino a diventare la Little Germany newyorkese. Più recentemente il quartiere ha accolto grandi comunità portoricane e dominicane, ma dei primi anni del 2000 è cominciato un veloce processo di modernizzazione della zona. Un quartiere storico, conosciuto per la sua ricchezza culturale e per la sua scena musicale notturna.

Il Lower East Side è identificabile come la zona compresa tra East Houston Street a nord, Canal Street a sud, Bowery ad ovest e l’East River ad est. Per una serie di fattori il National Trust for Historic Preservation, ente dedicato alla salvaguardia dell’architettura tradizionale, ha incluso il Lower East Side nella sua lista dei luoghi più preziosi d’America. Le linee metro che circolano in questa zona sono la J, la F e la M. Leggi l’articolo qui…»

 

In questo video tour di New York faremo una passeggiata nel quartiere di Brooklyn Heights. Questo sarà il primo di due video dedicati a Brooklyn Heights.

Brooklyn Heights si trova di fronte alla Lower Manhattan, all’altro lato del Brooklyn Bridge. Il quartiere è delimitato a ovest dall’East River, a nord dalla Brooklyn-Queens Expressway, a est da Cadman Plaza e Court Street, e a sud da Atlantic Avenue.

Trasporti

Uno dei principali vantaggi di Brooklyn Heights è la sua fitta rete metropolitana. Il quartiere è servito da 9 diverse linee che circolano 24h su 24 e 7 giorni su 7, quindi sia che dobbiate andare nel lato Est o in quello Ovest di Manhattan, o in altre zone di Brooklyn, raramente dovrete cambiare treno.

Dalla stazione principale di Borough Hall, potete prendere le linee espresse #2 fino a Times Square o #4 verso Grand Central, entrambe a circa 15 minuti. Ma, d’altra parte, il modo migliore per raggiungere Manhattan è attraversare il Brooklyn Bridge, a piedi o in bicicletta. Che lo facciate la mattina per andare a lavoro, o la sera dopo aver cenato a Downtown, potrete sempre godervi delle viste spettacolari sul porto e sull’isola. Leggi l’articolo qui…»

 

Benvenuti al secondo episodio del nostro video-tour in due parti dedicato al quartiere di Chelsea, New York. Se non avete ancora visto la prima parte, la potete trovare nel canale YouTube di New York Habitat.

Nel primo episodio del video-tour, abbiamo raccontato un po’ della storia di Chelsea, comprese le origini del suo nome. Inoltre, vi abbiamo presentato il Lime Light Market, alcune gallerie d’arte che si trovano in 20th Street e l’Hudson River Park.

High Line

Quando i raggi del sole cominciano a farsi sentire, uno dei posti migliori dove trovare un po’ d’ombra è High Line Park.

Qui in origine si trovava una ferrovia sopraelevata che permetteva il trasporto delle merci da e per la zona occidentale di Manhattan, fino a quando venne abbandonata negli anni ’80 del ventesimo secolo. Recentemente in questa zona è stato costruito un parco, che si estende da Gansevoort Street nel Meatpacking District fino a West 34th Street, tra 10th Avenue e 11th Avenue. Si tratta di un ottimo posto dove incontrare gli amici e fare una tranquilla passeggiata o un picnic. Entrando da Gansevoort Street è possibile percorrere l’intera lunghezza del parco. Lungo High Line è possibile ammirare delle moderne e lussuose abitazioni progettate da famosi architetti. Leggi l’articolo qui…»

 

Benvenuti al primo episodio del video-tour in due parti dedicato al quartiere di Chelsea, situato nella zona occidentale di Manhattan, a New York. Si tratta di un quartiere molto importante dal punto di vista storico, ma allo stesso tempo straordinariamente moderno. Questa zona è delimitata a sud da 14th Street, a nord da 30th Street, ad est da 6th Avenue e ad ovest dal fiume Hudson e da West Street.

Cenni Storici

La zona in origine era di proprietà di un ufficiale inglese in pensione, che le diede questo nome in onore della tenuta di Chelsea- a Londra- di proprietà del maggiore Thomas Clarke. General Theological Seminary of the Episcopal Church – 440 West 21st Street Il General Theological Seminary of the Episcopal Church venne fondato nel 1817. Il suo tranquillo cortile interno, verde e rigoglioso, contrasta con la frenesia della città circostante. I turisti possono entrare gratuitamente per ammirare questa proprietà. Storia Industriale Alla fine degli anni ’80 del diciannovesimo secolo, la compagnia ferroviaria Hudson River Railroad decise di utilizzare 10th e 11th Avenue, separando così Chelsea dal lungofiume. In poco tempo nel quartiere vennero costruiti mattatoi, birrifici e residenze per i lavoratori immigrati. Leggi l’articolo qui…»

 

La città di New York, la cui leggendaria reputazione è ben nota ai milioni di turisti che circolano per le sue strade ogni anno, è, per alcuni, casa. E, come qualunque altra casa, può rivelarsi deprimente, coinvolgente e, quando meno te lo aspetti, magica. Come per ogni metropoli, è bene conoscere alcune regole pratiche, indispensabili per muoversi in città. Che sia la prima, seconda o ventesima volta che visitate New York, ecco a voi alcuni consigli utili per quando siete a spasso nella Grande Mela!

1. Alla metro: capire la differenza fra treni espressi e treni locali.

Immagine dell’entrata della stazione metropolitana di Times Square su 42nd Street La stazione metropolitana di Times Square sulla 42nd Street è servita da treni locali ed espressi, con collegamento a vari quartieri di New York

Il sistema metropolitano è forse il mezzo più efficiente per muoversi nei quattro distretti di New York (a differenza del quinto distretto, Staten Island), ma è indubbiamente anche il più complicato. Le linee vengono identificate sia attraverso numeri che lettere, e, come molti altri sistemi di trasporto metropolitani, è codificato in base a dei colori. A differenza di questi, però, a più linee viene talvolta assegnato lo stesso colore. Le linee B e D, ad esempio, vengono entrambe contrassegnate da un cerchietto arancione, sebbene i loro itinerari non coincidano. Queste due linee rappresentano un perfetto esempio di servizio metropolitano di treni espressi e di treni locali, in quanto la linea D appartiene alla prima categoria, mentre la B alla seconda. Treni espressi e treni locali possono seguire percorsi simili, se non addirittura effettuare le stesse fermate, ma attenzione: non sono la stessa cosa. Le linee locali fermano ad ogni stazione lungo un determinato percorso, mentre quelle con servizio espresso fermano solo ad alcune stazioni lungo l’itinerario. Per esempio, mentre la linea B (locale) effettua tutte le fermate sulla West Side di Manhattan, la D (espresso) salta le stazioni fra la 59th e 125th Street. E tanto per complicare ulteriormente le cose, le corse potrebbero non essere effettuate 24 ore su 24, 7 giorni su 7, come dovrebbero. Alcune variazioni sugli itinerari possono avvenire durante lavori in corso, nei weekend e nelle ore di punta. L’unica certezza? Che la metro è aperta tutto il giorno e tutta la notte! Potrebbe soltanto non esserci…il treno che sperate di prendere! Per informazioni più dettagliate, visitate il sito ufficiale della metro di New York (MTA). Leggi l’articolo qui…»

 

Immagine della skyline di Manhattan La skyline di Manhattan è una fra le più alte e affascinanti al mondo

Come potrà confermarvi qualunque newyorkese, appena arriva il caldo, arriva anche un gran fermento in città.

La stagione estiva è il periodo migliore per approfittare di tutto ciò che New York può offrirvi: dagli spettacoli musicali alle sfilate, dalle rappresentazioni teatrali ad una giornata in spiaggia. Ecco per voi alcuni degli eventi dell’estate 2014 che potrete aggiungere alla lista delle cose da fare qui a New York!

Le Serate al Cinema all’Aperto

Immagine di una proiezione cinematografica a Central Park. Foto: Jason Kuffer. Newyorkesi si godono un picnic mentre aspettano l’inizio del film a Central Park. Foto: Jason Kuffer.

La stagione calda porterà con sé delle belle serate, perfette per guardare un film all’aperto con gli amici, la famiglia o la vostra dolce metà.

  • Bryant Park, situato in una posizione centrale fra la 40th e 42th Street e la 5th e 6th Avenue a Midtown, ospita ogni anno varie proiezioni cinematografiche (quest’anno dal titolo HBO Bryant Park Summer Film Festival) nel mese di maggio. Portatevi una coperta, gustatevi uno spuntino appetitoso e godetevi la magia di un film circondati dalle luci rossastre del tramonto. L’ingresso è gratuito. Fra i più popolari troverete Saturday Night Fever, National Lampoon’s Vacation, Key Largo, The Karate Kid, e The Shining, proiettati insieme a molti altri. Leggi l’articolo qui…»
 

Immagine del Ponte di Queensboro e del Queens dal centro di Manhattan Vista del Queens e del Ponte di Queensboro dal centro di Manhattan

Ecco a voi il secondo appuntamento della serie di articoli sui quartieri di New York! Nel primo vi abbiamo presentato il Bronx in questo articolo vi parleremo di uno dei quartieri più ricchi di New York in termini di varietà culturali: il Queens. Come il Bronx o Staten Island, il Queens è spesso sottovalutato, rimanendo all’ombra quartieri più famosi come Manhattan e Brooklyn; un vero peccato che in pochi sappiano quanto invece questo quartiere abbia da offrire! Il Queens ospita una varietà di tradizioni tale da far rivivere a New York le più lontane culture in ogni peculiarissimo negozio, ristorante o evento. Per fare qualche esempio, c’è Chinatown a Flushing, Little India a Jackson Heights a un assaggio di Grecia ad Astoria. Tutto questo rende il Queens un calderone di culture che vale assolutamente la pena visitare! Questo quartiere vanta tanti fantastici musei, immensi parchi ed anche un paio di spiagge dalla sabbia bianchissima! Qui troverete quel senso di pace che difficilmente trovereste a Manhattan, il quartiere vi offre anche questo. In quest’articolo vi mostreremo alcune delle più belle cose da fare e da vedere nella zona del Queens.

Benvenuti nel Queens!

Il Queens è il più grande dei 5 distretti di New York ed il secondo più popolato, secondo solo a Manhattan. Situato nella zona ovest di Long Island, esso confina a nord con l’East River ed il Bronx, ad est con Hempstead, a sud con Brooklyn e ad ovest con l’East River e Manhattan. La zona ovest del Queens è la zona urbana, mentre quella est è piùresidenziale. Molti dei più bei parchi della zona sono a sud. Il Queens, inoltre, ospita il JFK International Airport ed il LaGuardia Airport, oltre ad esser servito da diverse linee metro e stazioni molto efficienti. I treni delle linee A, G, J e Z collegano il Queens a Brooklyn, e le linee E, F, M, N, Q, R e 7 lo collegano a Manhattan. Per avere un’idea della vita in questo quartiere, salite sui treni della linea 7 che attraversano il Queens lungo binari sopraelevati, consentendo una vista generale del quartiere. Leggi l’articolo qui…»

 

Panorama del Bronx e della parte superiore si Manhattan, a New York Il Bronx e la parte superiore di Manhattan, a New York

Ecco a voi il primo di una lunga serie di articoli che vi porteranno in giro per i quartieri di New York! Per cominciare, ci sembra opportuno partire da un quartiere spesso ingiustamente sottovalutato: il Bronx. Culla dell’hip-hop e luogo di nascita di celebrità come Jennifer Lopez ed Al Pacino, pensereste che il Bronx sia conosciuto nel mondo per la sua diversità culturale.

Purtroppo il Bronx è ancora uno dei quartieri rimasti nell’ombra dei più famosi centri di New York City, quali Manhattan, il Queens e Brooklyn; assieme a Staten Island, infatti, il Bronx è spesso definito “il quartiere dimenticato”. È davvero un peccato in quanto, negli ultimi due decenni, il Bronx è diventato uno dei più vivaci e movimentati centri di New York, ricco di tante piccole perle da scoprire. Per citare qualcuna delle strepitose ricchezze di questo quartiere, basta dirvi che il Bronx ospita lo stadio degli Yankee, lo zoo del Bronx ed il Giardino Botanico di New York. In quest’articolo vi presenteremo questo quartiere e vi indicheremo alcune delle più interessanti cose da fare e da vedere nella zona, sicurissimi che, dopo la lettura, non vedrete l’ora di aggiungere il Bronx alla lista dei posti da vedere durante la vostra visita alla Grande Mela!

Benvenuti nel Bronx!

Il Bronx è l’unico quartiere newyorkese ad esser situato sulla terraferma, separato da Manhattan dal fiume Harlem. È il quartiere più a nord della città ed ospita non più di 1.400.000 residenti. Il quartiere è composto dalle colline della zona ovest del Bronx, simili a quelle di San Francisco, e dalla zona pianeggiante della zona est del Bronx. Le due zone del quartiere presentano una non indifferente varietà architettonica, in un misto fra tradizione e modernità, provocata dall’incredibile incremento di residenti nella zona durante gli ultimi vent’anni. Assieme alle già citate attrazioni, nel Bronx troverete anche bellissimi musei, adorabili parchi ed addirittura alcune spiagge! Parlando di cultura, scoprirete grandi varietà musicali e culinarie: dall’hip-hop alla musica latinoamericana, dalla cucina italiana a quella dominicana, e tanto altro ancora. Scoprite la cultura di questo quartiere esplorando i luoghi in cui sono cresciute celebrità come Kerry Washington, Ralph Lauren, Edgar Allan Poe, Calvin Klein ed anche John F. Kennedy! Leggi l’articolo qui…»

 

Immagine di una tazza di cappuccino a New York Un cappuccino preparato alla perfezione a New York

Negli ultimi dieci anni si è diffusa a New York e in molte altre città del mondo la cultura del caffè, che si manifesta in locali specializzati nel caffè e non in grandi catene internazionali che si trovano ormai ovunque. Offrire “specialty coffee” significa servire tazze di caffè biologico equo solidale appena macinato. Questa “terza ondata” del movimento del caffè si è fatta strada in piccole e accoglienti caffetterie di quartiere, dove i baristi e i clienti si danno del tu.

Queste caffetterie servono squisite tazze di caffè e offrono un ambiente tranquillo dove lavorare, leggere o uscire con gli amici (un po’ come fanno i protagonisti di Friends a Central Perk). I locali specializzati in caffè hanno iniziato a popolare la città negli ultimi anni e ce ne sono davvero tantissimi. Ecco perché abbiamo deciso di stilare una lista dei 10 migliori caffè di New York, focalizzandoci soprattutto su Manhattan e Brooklyn. Speriamo che vi sia d’aiuto durante il vostro soggiorno in città! Leggi l’articolo qui…»

 

L’hamburger è un classico della cucina americana e, come per molte altre pietanze, New York è riuscita a darne una nuova interpretazione. La Grande Mela offre davvero tantissimi posti dove mangiare hamburger, dai bistrot del quartiere a famose catene di ristoranti con lunghe file di attesa. In quest’articolo, vi porteremo in giro per la città alla scoperta dei migliori hamburger. Vi daremo consigli su quali tipi di hamburger provare e su dove andare per evitare la fila! Vediamo subito i nostri 10 migliori hamburger di New York!

1. Shake Shack

Immagine di Shake Shack a New York a Madison Square Park Shake Shack a Madison Square Park serve alcuni dei più famosi hamburger di New York!

Shake Shack è ormai un’istituzione a New York. Fondata nel 2004 da Danny Meyer, questa famosa catena aveva un solo chiosco a Madison Square Park. Oggi potete trovare Shake Shack in molte altre zone della città, ma l’originale resta il posto migliore dove assaggiare il loro hamburger. Ogni hamburger è di carne ‘Angus’ di prima qualità senza additivi. Prendete uno SmokeShack Burger (circa 8,80$ per uno doppio) insieme a uno squisito milkshake. Lo Shroom Burger (circa. 6,85$) è invece un’ottima alternativa per i vegetariani!

Lo Shake Shack a Flatiron’s Madison Square Park è famoso per le sue lunghe file di attesa. E’ aperto dalle 11 fino alle 23 e se andate alla mattina presto o alla sera tardi potete trovare meno coda del solito. Se ci andate di sera, vi consigliamo il 230 Fifth, un bar terrazza dove sorseggiare ottimi cocktail. Guardate i cinque migliori bar sui tetti a New York per maggiori informazioni. Leggi l’articolo qui…»